CHIESA SANTA MARIA IN BORGO
La chiesa

L’antica esistenza della chiesa è stata confermata dalle evidenze archeologiche emerse durate l’ultimo restauro, completato nel 2000. Le tracce di tombe, di muri perimetrali che delimitano vani forse adibiti a botteghe, di una strada ed infine di ciò che rimane di una prima chiesa, sono oggi visibili sotto il presbiterio. Di fianco all’altare, sulla destra, una botola permette di scendere ed osservare da vicino i resti che sono stati datati, quelli più antichi, al V-VI secolo d.C. e una struttura più tarda medioevale.
Più difficile documentare le ragioni che portarono alla fondazione di questa chiesa. Sappiamo che fu importante, nel tempo, la Confraternita di S. Maria, che la amministrava. Nel XVIII secolo fu utilizzata come parrocchia mentre era in costruzione l’attuale S. Martino. Con le soppressioni napoleoniche rischiava di diventare patrimonio del Demanio, ma l’allora arciprete Ronchetti, dopo una dura battaglia legale, riuscì a dimostrare che la chiesa era parte integrante della parrocchia.
Durante la Prima Guerra Mondiale fu utilizzata da soldati feriti, dopodiché fu trascurata anche se, saltuariamente, era aperta per feste o in preparazione alle Prime Comunioni.
Dopo anni di abbandono, è stata recentemente restaurata e portata all’antico splendore, permettendo così di salvare un patrimonio ricco di storia che appartiene a tutti.

Scopri di più…

Distanza da Bergamo

9,0 Km